Le procedure del Protocollo Cinema Covid

1. Test sierologici e di positività

Prima dell’inizio della produzione verranno eseguiti test a tutta la troupe con almeno 15 giorni di anticipo.
La produzione contatterà la ATS locale (utilizzando l’apposito modulo precompilato che verrà messo a disposizione) per richiedere il test sierologico anche dietro pagamento (come pare si previsto dalla normativa).

Se qualcuno dovesse risultare positivo al primo test, ovvero aver sviluppato gli anticorpi, dunque essere già entrato a contatto con il virus, sarà effettuato il tampone completo per scongiurarne l’eventuale positività. E’ infatti possibile che chi abbia gli anticorpi sia ancora infettivo per gli altri.

Qualora il soggetto dovesse risultare positivo, si dovrà procedere alla sostituzione, anche solo temporanea. Il primo soggetto dovrà poi rispettare un periodo di quarantena stretta di ulteriori 15 giorni al termine dei quali dovrà ripetere i controlli. Se alla fine risulterà negativo al nuovo tampone potrà essere reintegrato nella troupe. Il nuovo soggetto in sostituzione del primo dovrà seguire la medesima procedura.

Dalla data del primo test tutti i soggetti saranno comunque tenuti ad una quarantena stretta per evitare di infettarsi nel frattempo. Ogni soggetto dovrà poi comunicare eventuali innalzamenti della temperatura corporea.
Qualunque uscita dovrà essere motivata da ragioni di effettiva necessità e le autocertificazioni (già obbligatorie per legge) dovranno essere inviate alla produzione.

Nel caso di predisposizione di una app europea per il monitoraggio, tutti componenti della troupe saranno tenuti ad attivarla prima e durante le riprese. 

I test sierologici verranno poi ripetuti ogni 2 settimane.

2. Norme comportamentali

  • Saranno stimolate ritmi meno pressanti ed eventuali allungamenti della durata delle riprese
  • Sarà consentito girare solo in ambienti con una buona capacità di aerazione.
    Sarà dunque vietato l’utilizzo di fog-machine in ambienti chiusi o solo in condizioni estremamente particolari procedendo alla preventiva disinfezione dell’ambiente (magari tramite ozono) e il processo andrà ripetuto ad ogni scena.
  • Nel caso di involontaria defezione occorrerà immediatamente segnalarla e provvedere all’eventuale comunicazione della stessa a tutta la troupe e dei possibili rischi alle autorità competenti. 
  • Ciascun membro della troupe avrà la responsabilità di mantenere pulite e sanificate le superfici che lo riguardino
  • mentre la produzione provvederà alle sanificazioni giornaliere e all’impostazione complessiva
  • Tutte le auto, i mezzi di scena, furgoni, cinemobili e qualunque mezzo possa ospitare o vedrà transitare persone dovrà essere sanificato con i disinfettanti adeguati all’inizio o alla fine di ogni giornata. Se occorre, la disinfezione delle superfici dovrà essere ripetuta durante la giornata.
    E’ in ogni caso consigliabile far entrare solo le persone indicate per ogni mezzo in modo da ridurre gli accessi non noti.
    Questa disinfezione è sempre a carico del reparto di riferimento e dovrà essere registrata e validata dal reparto produzione con l’apposito modulo (INSERIRE MODULO CON SPUNTE PER DISINFEZIONE MEZZI)
  • E’ assolutamente da scongiurare l’accesso al set a persone esterne alla produzione
  • l’accesso ai minori sul set sarà disincentivato e comunque consentito solo previa autorizzazione da parte dell’Ispettorato del Lavoro competente

  • LA PAUSA PRANZO:
    durante la pausa, non potendo indossare le mascherine, sarà necessario che tutti mantengano la distanza minima di 1 metro dagli altri
  • le società di catering dovranno garantire alle produzioni la pulizia e sanificazione di tutti i contenitori
  • la consegna verrà effettuata per ogni reparto a partire da mezz’ora prima della pausa ad un solo membro incaricato che raccoglierà i cestini per tutti  

Le regole di reparto

◦ Tutte quelle attività non necessarie in loco per lo svolgimento delle riprese saranno svolte da remoto.

◦ La produzione dovrà impegnarsi ad informare e tutta la troupe delle misure di sicurezza attuate e dei comportamenti da seguire sul set.

◦ Controllo della temperatura corporea: tutta la troupe dovrà sottoporsi ogni mattina al controllo della temperatura corporea. Durante l’operazione tutti indosseranno le mascherine. Il termometro andrà puntato direttamente verso la fronte e occorrerà stare ad una distanza non elevata affinché la misurazione sia affidabile. In caso di temperature già a partire da 37,5 il professionista verrà immediatamente allontanato dal set e si disporranno i dovuti controlli.

◦ Si dovrà limitare al massimo la circolazione di documenti cartacei favorendo quelli digitali anche attraverso piattaforme cloud dedicate (inserire esempi, valutare accordi per acquisti di massa di licenze).

◦ Il pdl e gli altri documenti, normalmente consegnati, non verranno distribuiti in forma cartacea la mattina ma solo inviati via mail (possibilmente a caratteri grandi, facili da leggere su smartphone).
In alternativa potranno essere stampati e, possibilmente, plastificati (per semplicità di pulizia) nel numero di una copia per ogni reparto e affidati ad un solo soggetto che lo muoverà e collocherà nel punto più comodo al reparto.  

◦ La società incaricata della gestione della sicurezza vigilerà sul rispetto del protocollo a vantaggio di tutti.

◦ Predisporrà le pratiche di pulizia e disinfezione giornaliere. 

◦ Consegnerà ad ogni reparto il primo giorno flaconi di disinfettante per le mani della misura adeguata a garantire l’intera giornata di utilizzo (generalmente 500ml di prodotto per ciascun reparto ogni giorno).
I flaconi verranno poi riconsegnati alla produzione a fine giornata per la disinfezione degli stessi e il rabbocco.
Verranno recuperati il giorno dopo dall’incaricato del reparto e spostati facendogli seguire le esigenze del reparto stesso

◦ Verificherà che gli accessi al set siano sempre controllati e contingentati, sia che si tratti di interni che di esterni.

◦ Le auto che provvederanno al pick-up degli attori verranno equipaggiate di un semplice foglio divisorio fra i posti anteriori e posteriori(in materiale non filtrante, plastica trasparente, plexiglass, vetro sintetico…).
L’incaricato aprirà tutti gli sportelli dell’auto per ventilarla fino all’arrivo dell’attore. a quel punto potrà chiudere tutto.
se l’attore ne fosse sprovvisto provvederà a dotarlo degli appositi DPI (mascherina e gel disinfettante).

◦ Durante le disinfezioni degli ambienti nessuno vi potrà entrare, fatta eccezione per le aziende che la realizzino.

◦ Nel caso di disinfezione tramite ozono o nebulizazzione di prodotti disinfettanti dovrà essere affisso un cartello con il divieto di ingresso che indichi il tempo di validità. (Es.: ATTENZIONE, DISINFEZIONE IN CORSO, DIVIETO ASSOLUTO DI INGRESSO FINO ALLE: ______)

Aiutaci a stilare le regole per il protocollo cinema Covid-19

◦ La macchina non dovrà stare mai a meno di un metro dal soggetto

◦ La camera verrà toccata solo ed esclusivamente da operatore e assistente.
Nel caso in cui altri debbano toccarla (macchinisti, aiuto-operatori) si provvederà subito dopo alla disinfezione della stessa prima di toccarla nuovamente

◦ Verranno fornite bombolette spray di alcool isopropilico (per la sola pulizia di attrezzature elettroniche) nella quantità necessaria richiesta dal reparto

◦ Le bombolette andranno poi riconsegnate alla produzione che provvederà allo smaltimento

◦ A macchinisti ed elettricisti verranno consegnati flaconi di disinfettante spray per superfici (da non usare sulle attrezzature o in presenza di elettronica. Questi flaconi potranno essere usati per la disinfezione di tutti i materiali metallici (stativi, binari…) e in genere di tutte le superfici non elettroniche

◦ E’ altamente sconsigliato per gli operatori l’utilizzo di oculari in spugna o materiali porosi la cui disinfezione potrebbe risultare complessa. Sarà invece preferibile utilizzare direttamente i supporti in gomma delle camere, più semplici da pulire.

◦ Per la misurazione del fuoco è fortemente sconsigliato avvicinarsi agli attori. Verranno preferiti misuratori laser, a ultrasuoni o metri semi rigidi che consentano il mantenimento della distanza di sicurezza.

◦ Il microfonista dovrà indossare una mascherina almeno ffp2 + visiera integrale.

◦ I microfoni dovranno essere disinfettati ad ogni passaggio.

◦ Una mascherina ad hoc o una semplice generica in tessuto non tessuto verrà applicata su spugne e dirigibili che vengano avvicinati agli attori. In questo modo sarà possibile isolare le parti porose delle attrezzature.

A seconda che si tratti set chiusi o aperti, piccoli o ampi si terranno comportamenti differenti che qui elenchiamo:

 

◦ Set chiuso ampio: prima dell’inizio delle riprese si provvederà alla sanificazione dell’intero set, specie se si tratti di teatro di posa. 

◦ La sanificazione potrà essere affidata ad una ditta esterna o eseguita tramite l’uso di macchinari a ozono (di utilizzo non troppo complesso, benché non privo di rischi per via della tossicità dell’ozono) o aerosolizzatori di disinfettante atossico (più complessi e costosi ma più sicuri).

◦ Set chiuso piccolo o  auto di scena: potranno essere sanificati la prima volta e in seguito (anche scena per scena se occorresse) solo laddove necessario e con l’utilizzo di disinfettanti spray idonei alle superfici, nebulizzatori o ozono. 

◦ Sui set all’aperto si provvederà a disinfettare solo gli oggetti o i mezzi di scena.

◦ Oggetti di scena: verranno consegnati agli attori da una sola persona, disinfettati e non dovranno essere passati di mano.

Truccatori, parrucchieri, costumisti e microfonisti sono sicuramente i più esposti e quindi da tutelare meglio. Per questo dovranno indossare protezioni di livello più alto e porre maggiore attenzione a tutti gli elementi che abbiano contatti “di andata e ritorno” con gli attori.

◦ Dovranno essere indossate mascherine con fattore di protezione minimo ffp2, maschere di protezione per gli occhi o, meglio, visiere integrali.

◦ Se possibile converrà indossare anche tute protettive integrali.

◦ Laddove possibile si consiglia vivamente di adottare attrezzi e trucchi personali per ogni attore.

◦ Dove invece non si potesse converrà averli almeno duplicati in maniera da averne sempre uno pulito mentre si attende la disinfezione del precedente.

◦ Prodotti in crema, fluidi, grassi (rossetti, fondi ecc ) verranno prelevati dalle confezioni o raccolti con l’ausilio di spatoline monouso. 

◦ Verrà poi buttato l’inutilizzato e nuovamente sanificata la tavolozza o altro strumento.

◦ I temperamatite verranno disinfettati dopo ogni utilizzo e le matite temperate prima e dopo l’applicazione

◦ Pennelli, spugne, piumini e altro dovranno essere disinfettati ad ogni passaggio solo nel caso si usino su più persone. 

◦ I mascara verranno prelevati con scovolini monouso o lavabili ma mai usandoli su più soggetti senza previa sanificazione

◦ I prodotti in polvere come gli ombretti dovranno essere “grattati” e versati in singola dose in contenitori lavabili.

I costumisti come truccatori, parrucchieri e microfonisti dovranno indossare una protezione maggiore rispetto al resto della troupe 

◦ Dovranno essere indossate mascherine con fattore di protezione minimo ffp2, maschere di protezione per gli occhi o, meglio, visiere integrali.

◦ Se possibile converrà indossare anche tute protettive integrali

◦ Gli attori, ove possibile, si vestiranno e svestiranno autonomamente. 

◦ Tolto l’abito lo disporrano autonomamente su apposita gruccia in modo che possa essere prelevato in sicurezza per la disinfezione.

◦ Gli abiti di scena dovranno poi essere disinfettati spruzzando o nebulizzando apposito disinfettante non corrosivo su tutta la superficie. 

◦ Si potranno poi creare “armadi portatili per la disinfezione” all’interno dei quali collocare un generatore di ozono o aerosolizzatore di disinfettante. In questo modo si otterrebbe in tempi molto brevi piena sanificazione di un gruppo di capi. 

◦ I normali lavaggi dovranno essere effettuati utilizzando apposito detergente disinfettante. 

◦ Gli abiti non verranno mai scambiati fra attori senza previo lavaggio.

La sezione stunt è stata definita in accordo con Simone Belli

◦ Stunt Coordinator, Assistant Stunt Coordinator, Fight Director e stuntman dovranno utilizzare la mascherina, almeno una delle 3 tipologie, durante tutte le prove, “walk-through” e prima dell’”Azione”, solo durante il girato, verrà escluso l’obbligo della mascherina. 

◦ Laddove l’ossigenazione in presenza di mascherina non dovesse essere sufficiente indosseranno visiere integrali e manterranno la distanza di 2 metri, se possibile.

◦ Tutti gli oggetti, i propri dispositivi individuali (protezioni, guanti, sotto tuta e qualsiasi indumento necessari agli stunt di loro o altrui possedimento) andranno disinfettati con detersivo disinfettante o spray e seguiranno le stesse regole che verranno applicate agli Attori, soprattutto nelle fasi di Trucco e Parrucco, essendo a stretto contatto l’attenzione dovrà essere sempre alta.

◦ Si consiglia di girare la scena con gli stunt subito dopo le prove, a sanificazione avvenuta. 

◦ Lo Stunt Coordinator dovrà indossare sempre DPI personali anti-covid sia nelle prove, in ambiente sanificato, sia sul set. 

◦ Il mantenimento della distanza con la propria crew, se indispensabile, potrà essere rispettata usando gli auricolari. In questo modo lo stunt coordinator, ove nella disponibilità di un assistente, non sarà necessario sulla scena ma potrà seguire a distanza. 

◦ Anche per i camera car gli auricolari permetteranno di non avvicinarsi alla vettura lasciando a chi è in scena lo spazio necessario.

◦ Lo Stunt Coordinator inoltre ha il dovere di visionare e preparare le scene in maniera da limitare i contatti il più possibile, ossia scegliendo coreografie, combattimenti e angoli di ripresa (assieme al reparto regia) che, in assenza di mascherine, non mettano a rischio le persone ma allo stesso tempo mantengano il messaggio, il racconto, le riprese e il taglio che il regista vuole dare. 

◦ Fight director e stunt coordinator suggeriranno tecniche per i combattimenti in distances (a distanza, dove non avviene il contatto) e displacement (che divergono dalla linea di ripresa). 

◦ Safety area: verrà creata una zona, prossima ma periferica al set, dove gli stunt possano mantenersi pronti e attivi, riscaldati e preparati (con tutti gli elementi: costumi, make up e hair style).

◦ La safety area, se in spazi chiusi, dovrà essere abbastanza ampia e aerata da permettere il distanziamento di almeno 2 metri, laddove non si possano indossare mascherine. Se in spazi aperti si consiglia una zona di metratura più ampia per agevolare le operazioni mantenendo le distanze necessarie.                                                                                                                                                                                                           

◦ Per le scene che prevedano l’utilizzo di materiali specifici ( “gel infiammabile”, corde per rigging & wire work, veicoli di scena) questi andranno applicati indossando i materiali protettivi di grado più alto.

◦ Tutti i KEY SAFETY  li indosseranno, oltre alle tute ignifughe, guanti, scarpe, maschere ignifughe usate per la sicurezza durante queste procedure.

◦ In fase di spegnimento è fortemente suggerito l’utilizzo di estintori a CO2 in luogo delle coperte ignifughe prima di procedere al controllo dello stuntman. 

◦ Dal full body burn fino all’uomo torcia, saranno impiegati almeno 3 stuntman dotati di key safety ed estintori in maniera da poter spegnere il fuoco senza l’ausilio di coperte ignifughe.

◦ Tutti i materiali per rigging dovranno essere sanificati ad ogni passaggio verificando sempre di non comprometterne funzionamento e livello di sicurezza con materiali corrosivi o debilitanti la struttura.

◦ Verrà stimolato l’uso delle tecniche di rigging & wire work perché potranno essere rispettate tutte le norme di sicurezza e di distanza, gli stuntman potranno avere distanze più ampie e i key safety lavoreranno singolarmente sulla corda o con dispositivi manuali (zavorre maggiori) o dispositivi elettro-tecnici quali winch elettrici.

◦ Nel caso di uso di veicoli di scena verranno prima di tutto eseguiti tutti i lavori necessari, massatura del veicolo, rinforzo con roll bar, inserimento dispositivi di sicurezza o sfx e successivamente verrà effettuata la santificazione.

◦ Le armi di scena, in accordo con l’armour, verranno disinfettate prima dell’uso badando sempre a non comprometterne la sicurezza

◦ Materiali e dpi per tutte le scene, quindi anche quelle di chasing (parkour, free running, tumbling, high falls, stairs falls, utilizzo di animali in scena e combattimenti subacquei) rimarranno sotto il controllo del singolo stuntman. Non sarà consentito lo scambio di oggetti o altri materiali.

◦ Contrattualistica ad hoc: in questa sezione verranno raccolti tutti i contratti e formulari utili all’applicazione del protocollo e verrà messo a disposizione un p.o.s. semplificato per gli stunt coordinator che ne faranno uso.

◦ La persona incaricata di compiere la verifica pulizia dell’attrezzatura al momento del carico e dello scarico dovrà indossare adeguati dispositivi di protezione individuale e assicurarsi di avere le mani pulite e disinfettate.

◦ Tutte le attrezzature che saranno consegnate dentro flycase dovranno essere disinfettate dal rental. 

◦ I flycase dovranno poi essere contrassegnati con apposito adesivo monouso recante dicitura: materiale sanificato e disinfettato.

◦ Tutti gli attrezzi che verranno consegnati sfusi (senza flycase) dovranno comunque essere disinfettati con apposito disinfettante per superfici.

◦ Tutti gli strumenti in tessuto o simili (panni neri, chroma key…) dovranno essere lavati con detersivo disinfettante o, in alternativa, igienizzati con appositi disinfettanti per tessuti.

◦ Gli attori saranno autorizzati a non indossare la mascherina solo ed esclusivamente in scena 

◦ Fuori dalla scena saranno tenuti, come tutti, a indossarla sempre

La contrattualistica

Qui troverai tutti i contratti, documenti e formulari utili alla messa in pratica del protocollo

Siamo alla ricerca di un legale che ci possa supportare in quest'avventura.
Se sei tu la persona giusta fatti avanti

Co-Rent srl
P. IVA IT06613730826
Via Re Federico 23 – 90138 – PA
Cod. Destinatario: KUPCRMI
Pec: co-rent@pec.it